Lunedì 23 Luglio 2018 - 19:10
Cronaca Economia Società Cultura e arte Musica e spettacoli Tempo libero Sport Salute Animali
Mantova Cronaca Quinto suicidio in pochi giorni nel mantovano: 60 enne si getta nel Po

Quinto suicidio in pochi giorni nel mantovano: 60 enne si getta nel Po

Lascia un commento | Tempo di lettura 163 secondi Mantova - 04 Apr 2018 - 08:12

Quinto suicidio in provincia di Mantova nel giro di pochi giorni. Dopo la coppia trovata senza vita il 29 marzo scorso nella casa di via Chiaviche a Pegognaga e i due decessi registrati, a distanza di poche ore, al passaggio a livello di via Morante di Curtatone, ieri pomeriggio una donna è morta dopo essersi lanciata dal ponte sul Po ad Ostiglia. E stato un pescatore della provincia di Verona, che stava transitando prorpio nel momento in cui la donna si è lanciata, a dare l'allarme. Poco dopo i vigili del fuoco intervenuti hanno ritrovato il cadavere di una 60 enne a Borgofranco sul Po nelle acque del fiume. Con ogni probabilità si tratta della stessa persona. Sulla sua identità c'è tuttora riserbo, le indagini sono in corso.

 

Qualche dato. Secondo uno studio presentato dall’Istat, comprendente il triennio 2011-2013, in Italia sono stati registrati 12.877 decessi per suicidio. La maggior parte del fenomeno riguarda gli uomini, con 10.065 casi segnalati. Per le donne si parla invece di 2.812 decessi. A differenza di quanto ci si possa attendere, il suicidio di una persona non è strettamente legato ad un malanno, fisico o mentale che sia. Nel periodo di interesse, appena il 19% viene associato ad uno stato morboso rilevante. Nel restante 81% le vittime non sono affette da patologie particolari.

Il luogo preferito dove compiere il suicidio rimane la casa, ovvero nel 57% circa dei casi presi in esame. Una tendenza che rimane costante specialmente nelle aree geografiche del Nord e del Centro Italia. Gli individui maggiormente esposte al fenomeno suicidario sono quelli compresi tra le fasce d’età dei 35-64 anni e gli over 65.

Tra le modalità scelte per compiere l’estremo gesto figurano, sempre secondo il campione esaminato ed in presenza di uno stato di malattia fisica, l’avvelenamento, il ricorso ad un’arma da fuoco o ad oggetti contundenti. In presenza di una malattia mentale, invece, le vittime sono maggiormente “attratte” da una morte provocata per asfissia traumatica, come soffocamento, impiccamento o annegamento.

A fronte di questi dati, tuttavia, va detto che l’Italia non rientra nei Paesi con i tassi di suicidio più alti al mondo. Secondo l’Ocse, addirittura, il nostro Paese registra una delle percentuali più basse. Si è passati, infatti, dagli 8,0 decessi ogni centomila abitanti nell’anno 1993, ai 4,7 del 2012.

È preoccupante, invece, il dato registrato in alcune regioni dell’Asia. Secondo le indagini dell’Oms, Cina, Russia, India, Corea del Sud e Giappone sono tra i Paesi maggiormente interessati dal fenomeno dei suicidi, dove si parla addirittura di 15,0 decessi ogni centomila abitanti. A prescindere da questi numeri, tuttavia, va ricordato che tanto resta comunque da fare nel nostro Paese con lo scopo di ridurre il fenomeno ed evitare l’ennesima morte prematura di una persona in difficoltà.

Hai qualche segnalazione o suggerimento da inviare alla redazione? scrivi a ultimissimemn@radiobruno.it
Notizie correlate:
Ascolta Radio Bruno in streaming
I FILM A MANTOVA
Sport
Categorie: Cronaca Economia Eventi Cultura e arte Musica e spettacoli Tempo libero Sport Mangiare Vacanza REDAZIONE DI MANTOVA
via Altobelli, 3 - 46100 Mantova
Contatti per redazione e commerciale: Tel. 0376 369865
Email: redazionemantova@radiobruno.it
Facebook: Ultimissime Mantova
www.ultimissimemantova.it
www.radiobruno.it



RADIO BRUNO SOCIETA’ COOPERATIVA a r.l.
Registrazione al Tribunale di Modena N. 884 del 10 Settembre 1987
Via Nuova Ponente, 28 CARPI
Tel. 059-642877 - Fax 059-642110
Email: redazione@radiobruno.it

Cookie policy